Come vestirsi per andare in fat bike sulla neve

come vestirsi per andare con la fatbike sulla neve

Andare in fat bike sulla neve significa andare in bicicletta in un ambiente nel quale di solito si procede con le ciaspole, gli sci o magari a piedi. E scegliere come vestirsi non è così banale: non ci si può vestire solo come per andare in bicicletta, nemmeno con abbigliamento da mountain bike, per via del freddo quando ci si ferma ma anche della stessa neve in caso di cadute e del ghiaccio a terra; ma nemmeno va bene l’abbigliamento come per sciare, perché le esigenze di stare in sella a una bici sono diverse, per esempio quella di avere le gambe abbastanza libere per pedalare. Ma quindi qual è l’abbigliamento consigliato per andare con una fat bike sulla neve?

Come vestirsi per andare in fat bike sulla neve

Il modo migliore di vestirsi per andare con una fat bike sulla neve è quello che un po’ si ispira all’abbigliamento per andare con le ciaspole o anche per lo scialpinismo e un po’ tiene conto del fatto che si è in sella a una bici e, per esempio, i pantaloni con il fondello da ciclismo possono risultare molto utili. Il tutto tenendo conto anche del fatto che con una normale fat bike si può sudare e anche parecchio mentre con una fat bike elettrica si può fare un po’ meno fatica e sudare un po’ meno: differenza non banale perché il sudore che si accumula e ristagna a 0°C o meno è poco piacevole. Ma andiamo con ordine, dal basso verso l’alto.

> Leggi anche: Come si guida una Fat Bike

Che scarpe usare per andare in fat bike sulla neve

No, non le scarpe da mountain bike. Per due motivi principalmente. Il primo è che spesso e volentieri si appoggiano i piedi nella neve e le scarpe da mountain bike, anche nei modelli mid, non riparano abbastanza: se la neve entra nella scarpa e bagna le calze, i piedi per quanto impegnati a pedalare si raffreddano in pochissimo tempo. Il secondo motivo è che spesso ci si trova a dover appoggiare i piedi su tratti ghiacciati e benché le scarpe da MTB Spd Shimano Dynamic Pedal siano fatte anche per camminare, non lo sono per camminare su ghiaccio e neve. Quindi, poiché le fat bike per la neve hanno generalmente un pedale flat, la cosa migliore è utilizzare degli scarponcini da trekking che siano impermeabili, magari non troppo rigidi e strutturati come quelli per le ciaspole, e soprattutto con una suola adatta a camminare su neve e ghiaccio come per esempio la Arctic Grip di cui vi abbiamo parlato qui.

Vibram-MERRELL_CAPRA Ice

Le Merrell Capra Glacial Ice+ Thermo sono uno scarponcino di altezza mid, impermeabile, morbido durante la camminata e con la suola Vibram Arctic Grip specifica per non scivolare sul ghiaccio bagnato. Si possono trovare a un prezzo intorno ai 150 euro.

I pantaloni per la fat bike

Decidere quali pantaloni usare per andare in fat bike non è così immediato. Intanto, è ovvio, si va in bici, e quindi un pantaloncino con il fondello ci vorrebbe. Ma se anche lunghi e invernali, i pantaloni da ciclismo non garantiscono l’impermeabilità nel caso di cadute nella neve. E con una fat bike nella neve ci si cade eccome. Una buona soluzione può essere quella di indossare dei pantaloni con il fondello, corti o lunghi a seconda della temperatura e dell’abitudine al freddo, e sopra un paio di pantaloni da trekking come questi (con la gamba stretta per non impigliarsi nella corona anteriore), o da alpinismo, o anche da scialpinismo. L’importante è che entrambi siano sia impermeabili che traspiranti.

Gore Bike Wear Pantaloni ciclismo inverno

I pantaloni da MTB di Gore Bike Wear in soft shell tengono caldo e sono impermeabili e traspiranti oltre ad avere inserti antiabrasione nella zona della catena. Possono essere una buona soluzione anche da soli per andare con una fat bike sulla neve. Costano 169 euro ma si trovano anche a 120 euro.

Calze per fat bike

L’importante è che siano di tessuto tecnico che non trattiene sudore e bagnato: possono essere quelle alte da sci, o anche quelle di media misura da trekking se si indossa un paio di pantaloni lunghi da ciclismo o una calzamaglia, e possono essere più o meno pesanti e spesse a seconda del clima e della temperatura. Ma no, mai, calze in cotone o tubolari in spugna per non soffrire di “geloni” ai piedi dopo pochi minuti.

> Leggi anche: Cos’è una fat bike?

Che maglia mettere per andare in fat bike

Esclusa la t-shirt in cotone per il solito motivo (che potete leggere qui) va benissimo un qualsiasi baselayer, ovvero un primo strato tecnico, a maniche lunghe o corte, come questi. Con le fat bike a pedalata assistita meno, con quelle tradizionali di più, ma comunque si suda, perché si tratta di andare in bicicletta in montagna e per di più sulla neve.

> Leggi anche: 7 consigli per andare in bici con la neve

La giacca da usare per andare sulla neve con una fat bike

Sopra il baselayer si possono indossare uno o due strati da mettere e togliere a seconda del bisogno. Uno può essere una giacca che tiene caldo (come queste per esempio) da indossare nelle soste o in discesa e l’altro il classico guscio impermeabile e traspirante da tenere come ultimo strato.

Patagonia Nano Puff

La Nano Puff di Patagonia, anche nella versione con il cappuccio, è una buona soluzione: è morbida e leggera ma tiene anche caldo con il Primaloft Gold che non trattiene il sudore e non si bagna se si finisce nella neve. Costa da 210 euro ma si trova anche parecchio scontata.

Casco, guanti, occhiali e zaino?

Sì, tutti e 4, non solo consigliati ma decisamente “obbligatori”, fosse anche (escluso il casco da indossare sempre) solo per tenerli di sicurezza in uno zaino come questi.

Il casco per la fat bike sulla neve

Sul tema casco e sulla reale protezione che assicurerebbe c’è da sempre grande dibattito, tanto che per gli adulti non è obbligatorio. Però i noleggiatori di fat bike e pure le guide che organizzano escursioni sulla neve con la fat bike lo richiedono obbligatoriamente. Non serve un casco da sci ma va bene uno da MTB o comunque da bicicletta, magari con la tecnologia MIPS i cui vantaggi li abbiamo spiegati qui.

Smith Forefront

Il casco Forefront di Smith ha la tecnologia MIPS, è specifico per la MTB, ha una struttura che facilita l’aerazione della testa e si può benissimo usare anche per andare in fat bike sulla neve. Costa : 184 euro ma si può trovare anche scontato.

Guanti per la fat bike

Freddo fa freddo, e a mani nude no, non si può proprio andare. Magari i guanti da sci sono anche fin troppo, ma possono comunque andare bene. Le mani comunque si muovono e alla fine si riscaldano, e possono andare bene anche dei guanti da sci di fondo che danno un po’ più di sensibilità alle mani per afferrare il manubrio e manovrare i freni. In ogni caso, più che tener caldo i guanti devono proteggere dalla neve nel caso in cui si appoggino le mani.

> Leggi anche: I guanti per l’inverno che tengono caldo alle mani

Occhiali o maschera per la fat bike

O gli uni o l’altra ma sempre molto consigliati, non fosse altro che per proteggersi dai raggi UV in quota anche se non c’è un sole che spacca le pietre. Considerando quanto si pedala e si suda si potrebbe usare una maschera di quelle da scialpinismo che aumentano l’aerazione in salita e si “richiudono” in discesa, ma anche un paio di occhiali tecnici, da MTB o da ciclismo o da running, possono andare più che bene.

Julbo Aerospace

La maschera Aerospace di Julbo ha il sistema SuperFlow che permette di spostare le lenti in avanti per aumentare l’aerazione ed evitare l’appannamento. È soprattutto per lo scialpinismo e il freeride ma si può usare anche per andare in fat bike sulla neve. Costa da 190 euro ma si può trovare anche molto scontata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *